I percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro (ASL) - prescritti dal Dlgs 77/2005 e dalla legge 107/2015 e che coinvolgono anche i licei a partire dalle classi terze attivate nell’a.s. 2015/2016, per una durata complessiva di almeno 200 ore nel corso del triennio – mirano ad incrementare le capacità di orientamento degli studenti e dunque anche le capacità, in futuro, di affrontare le realtà lavorative.

Si tratta sin da ora di offrire agli studenti la possibilità di conoscere il mondo del lavoro e le opportunità di inserimento che può offrire. Proprio a questo mirano le esperienze e i percorsi di ASL che vengono offerti durante il secondo biennio e l’ultimo anno del liceo.

Gli studenti del nostro liceo normalmente non finalizzano il loro apprendimento all’acquisizione di competenze professionali immediatamente spendibili sul mercato del lavoro, ma piuttosto all’acquisizione approfondita delle competenze di cittadinanza, che ricomprendono al loro interno le competenze culturali (e le connesse conoscenze e abilità). Ma i percorsi liceali forniscono anche “strumenti metodologici” per consentire “l’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro”. Pertanto, l’esperienza dell’ASL è finalizzata allo sviluppo di competenze di cittadinanza connesse con il percorso formativo offerto dal liceo (strumenti culturali), ma anche allo sviluppo di alcune competenze professionali metodologiche note come soft skills (strumenti metodologici).

In questo quadro si delinea la valenza fortemente orientativa che assume l’esperienza dell’ASL particolarmente nei licei, e molte attività di ASL del nostro liceo vanno a coincidere con le attività di Orientamento (e queste ultime possono di conseguenza essere rendicontate come attività all'interno delle 200 ore di ASL previste per legge), anche se le attività specificamente finalizzate all'orientamento universitario hanno una speciale attenzione nella programmazione dell'Istituto e specifici docenti referenti. Il percorso che si disegna nel triennio può essere interpretato come un percorso di “esplorazione” degli elementi che caratterizzano i contesti professionali (interessi professionali, definizione delle figure, modelli organizzativi aziendali e così via), sviluppando così strumenti metodologici per inserirsi in seguito, con successo, nel mondo del lavoro.

Rientrano pertanto nel percorso di ASL: 

  • le attività finalizzate alla conoscenza di sé e delle proprie attitudini, dei percorsi universitari, del mondo del lavoro e delle professioni,
  • le attività in cui si attuano specificamente delle modalità operative/progettuali/produttive finalizzate alla realizzazione di un prodotto finale, proprie del mondo del lavoro e delle professioni e gli stage presso aziende, enti, musei e istituti operanti nelle attività culturali, artistiche e musicali.

Il percorso si articola in attività preparatorie, di formazione (compresa la sicurezza), di riflessione e di rielaborazione (realizzate per lo più in ambito scolastico) e in esperienze “lavorative” attuate mediante stage e project-work. Da quanto finora esposto si comprende come risulterebbe riduttiva la declinazione delle attività ASL nel nostro liceo esclusivamente sul versante degli stage individuali; al contrario si ritiene che modalità attuativa dell'ASL qualificante il nostro istituto possa essere la realizzazione di project-work.

Dal 20 ottobre 2016 è stato attivato uno sportello relativo al progetto di Alternanza Scuola - Lavoro del Liceo; gli studenti ed i genitori possono rivolgersi alla referente di istituto, prof.ssa Margherita Basso, per informazioni e chiarimenti inerenti le varie opportunità previste, prendendo appuntamento tramite la piattaforma di e-learning del Liceo.

Il Ministero ha emanato una guida operativa per la scuola, disponibile al link >>

 LE ATTIVITA' IN ASL DEL NOSTRO LICEO

macro aree di attività attività anno (prevalente)

IO, ATTITUDINI E INTERESSI

Tematiche generali:
-esplorazione sul sé,
-sulle figure professionali,
-sugli interessi professionali,
-sui valori professionali

  
 -Somministrazione test Holland
-Discussione sui risultati del test di Holland
-Orientarsi al lavoro: come fare l’analisi delle figure professionali; come fare un’intervista
-Realizzare un'intervista a una figura professionale (collegata ai risultati del test di Holland
-Incontri con professionisti, conferenze dedicate, attività teatrali...
-Preparazione allo stage: formazione obbligatoria sulla sicurezza
 III anno
ESPERIENZA:
STAGE INDIVIDUALI
-Scelta dello stage (il più possibile in coerenza con il lavoro precedentemente fatto sul sé)
-Attuazione dello stage
  III anno
 Condivisione delle esperienze di stage e confronto tra attese ed esiti.  inizio IV anno

 IL MONDO DEL LAVORO/UNIVERSITARIO

Tematiche generali:
-esplorazione sui contesti di lavoro e di studio universitario,
-organizzazione e competenze

 
-Conferenze, formazione sul mondo del lavoro, su contesti professionali specifici...
-Visite aziendali
-Orientamento universitario e open-day
-Preparazione al project-work: formazione obbligatoria sulla sicurezza
 IV anno
ESPERIENZA:
-PROJECT-WORK
-EVENTUALI STAGE INDIVIDUALI
 

  IO NEL MONDO DEL LAVORO/ UNIVERSITARIO

Tematiche generali:
-regole, opportunità e scelte per il proprio futuro

-Come muoversi nel mondo del lavoro, universitario e post-diploma
-Progettare, elaborare il proprio progetto personale
 V anno